top of page
Una donna sul fronte copertina.jpg
elemento decorativo sito-2.png

Alaine Polcz

Una donna sul fronte

TRADUZIONE DI NÓRA PÁLMAI

EDIZIONE: Seconda edizione riveduta 

ISBN: 9788889076415

ANNO: aprile 2023

In arrivo per aprile 2023

Transilvania, allora Ungheria, 1944. Alaine Polcz all’età di diciannove anni si sposa con un uomo che ama, senza sapere quanto ne sia riamata. All’avvicinarsi delle truppe rumene, in autunno, insieme al marito scappa da Kolozsvár (attuale Cluj-Napoca), dove ritorna solo al termine della guerra, dopo aver attraversato l’inferno del fronte, vittima di atroci violenze e umiliazioni, e dopo aver subito anche il rifiuto del marito. Un’autobiografia che ha ricevuto numerosi riconoscimenti a livello internazionale, ed è stata tradotta in francese, tedesco, inglese, spagnolo, romeno, sloveno e serbo.

PolczAlaine.jpg

Alaine Polcz (Kolozsvár /Cluj-Napoca/, 7 ottobre 1922 - Budapest, 20 settembre 2007) psicologa, tanatologa, scrittrice. 

Si sposò all’età di 19 anni, durante la Seconda guerra mondiale aveva sofferto terribili sofferenze a causa dei continui stupri di gruppo dai soldati sovietici, torture e privazioni e giunse nello stato di morte clinica. Fallì anche il suo matrimonio e questo e gli orrori della guerra le lasciarono un segnoper tutta la vita. Si laureò in psicologia nel 1949. Nello stesso anno si sposò per la seconda volta con lo scrittore Miklós Mészöly, il loro matrimonio durò fino alla morte di lui, nel 2001. All’inizio della sua carriera praticò l’arteterapia per i malati mentali, poi si occupò di diagnostica dei giochi. Dal 1970 lavorò presso la clinica pediatrica n.1 con bambini gravemente malati e terminali e con i loro parenti.

Nel 1976 fu la prima in Ungheria a creare una stanza dei giochi in un reparto clinico e una stanza separata per i genitori. Fondò la Fondazione Hospice Ungherese nel 1991.

bottom of page